Vai a sottomenu e altri contenuti

Le opportunità

Immagine simbolo delle attività agricole

Valorizzare la qualità del nostro territorio

La corretta gestione delle aree della Rete Natura 2000 è una nuova opportunità per migliorare il nostro benessere, mantenendo intatto il patrimonio naturale e l'identità locale.

La Comunità Europea crede molto nel ruolo attivo delle comunità locali e ha attuato e sta attuando una strategia finanziaria che assegna alla Rete Natura 2000 ingenti risorse economiche attraverso programmi europei come la Politica Agricola Comunitaria (P.A.C.), i Piani Sviluppo Rurale (PSR) regionali, i Programmi LEADER+ e LIFE+ Natura e altri strumenti finanziari.

Santuario di San CostantinoLa Regione Sardegna con fondi POR 2000/2006 circa 10 milioni di Euro, ha finanziato alle Amministrazioni locali la predisposizione dei Piani di Gestione dei pSIC per la progettazione e la realizzazione di interventi di conservazione, rinaturalizzazione e fruizione sostenibile dei siti.
Il Piano di Gestione costituisce lo strumento fondamentale per stabilire la conservazione e la gestione delle aree Natura 2000 e deve essere condiviso dalle popolazioni locali e dagli operatori economici.

Il Piano stabilisce anche gli obiettivi, le strategie di tutela e di fruizione compatibile delle aree ed il loro sviluppo economico sostenibile, integrando e rispettando le attivitˆ produttive tradizionali esistenti ed anche l'attività venatoria.

Sono stati finanziati anche interventi a favore di imprese private per attività produttive e di sviluppo turistico compatibile per un valore di oltre 6 milioni di euro.

Nel 2010 La Regione ha previsto, inoltre, un finanziamento di 2 milioni di euro per il periodo 2010/2015 per azioni agro ambientali a favore delle aziende agricole operanti in aree ZPS e SIC dove è presente la Gallina prataiola e le altre specie di uccelli di ambienti steppici, mentre sono previsti ulteriori finanziamenti a favore delle imprese anche con i bandi dei nuovi Progetti LEADER + per lo sviluppo rurale. Ulteriori risorse (17 milioni di euro) sono state previste per enti pubblici e imprese nel nuovo POR 2007/2013.

Niente vincoli imposti dall'alto, ma una costruzione dal basso della gestione concreta e quotidiana, a misura delle nostre esigenze e nel rispetto della biodiversità e del paesaggio come nostri beni comuni fondamentali.

Quali vantaggi per il nostro benessere


MungituraLa gestione delle aree naturali della Rete Natura 2000 potrà garantirci nuove opportunità con:

  • la possibilità di integrare il reddito delle aziende agricole e zootecniche, in una prospettiva di ''multifunzionalità'' grazie allo sviluppo di attività di ''custodia'' ambientale di turismo rurale sostenibile (agriturismo, B&B, turismo equestre, cicloturismo, turismo naturalistico e sportivo, fattorie didattiche);
  • la promozione dei nostri prodotti di qualità (latte, formaggi, olio ed olive), di quelli artigianali tipici del nostro territorio con la possibilità di farli conoscere a livello europeo e mondiale;
  • l'avvio di nuove attività economiche legate ai servizi per l'ambiente (conservazione, gestione, monitoraggi, energie rinnovabili, gestione rifiuti, bioarchitettura) l'educazione e la cultura della sostenibilità, soprattutto per le società e cooperative giovanili;
  • la possibilità di mantenere e migliorare la qualità del nostro paesaggio rurale, di recuperare i muretti a secco, i fontanili, le strade rurali, le siepi ed i filari frangivento, le architetture delle aziende agricole, dei monumenti archeologici e storici (novenari, chiese campestri);
  • la tutela della nostra identità rurale e della nostra lingua, la valorizzazione dei saperi e delle buone pratiche tradizionali, rispettose dell'ambiente e della dignità umana.

Lo sviluppo delle aree naturali della Rete Natura 2000, gestite dalle popolazioni locali, faciliterà inoltre le aziende agricole rispetto agli obblighi della nuova politica agricola comunitaria (P.A.C.).

L'Unione Europea richiede alle imprese agricole, oltre il mantenimento delle tradizionali funzioni produttive, l'assolvimento e l'offerta di azioni e servizi di carattere più generale, riconducibili al miglioramento dell'ambiente, della sanità pubblica e della sicurezza nei luoghi di lavoro, del benessere animale, della tutela del suolo e delle acque.

Per maggiori informazioni

Regione Sardegna - LAORE - Sportello Unico territoriale
Area del Guilcer- Barigadu: Via De Gasperi 13, Ghilarza
Tel. 0785/54103, fax 0785/54103
www.sardegnaagricoltura.it

Provincia di Oristano - Settore Attività produttive, Sviluppo Sostenibile
Tel. 0783/793275, fax 0783/793210
email: svilupposostenibile@provincia.or.it
GAL - Terre Shardana - LEADER+, Loc. Losa, S.S n¡ 131
Km 124, Abbasanta (OR), Tel. 0785/896401
email: info@terreshardana.eu

Centro! Centro di educazione e documentazione ambientale
Via Carlo Alberto 33, Sedilo. Tel. +39 347 9545613
www.centronaturasedilo.com